PIAZZA MATTEOTTI.jpg
Concorso Riqualificazione Urbana 
Luogo
Fratta Polesine (RO)
Team
J. Tibaldo - E. Zacchini - D. Dalla Torre - R. Lazzarini - A. Zacchini

L'intervento urbano si pone lo scopo di rigenerare i tre luoghi di intervento, che presentano caratteristiche differenti, ma sono correlati per la loro vicinanza e caratterizzazione urbanistica del centro storico del territorio comunale.


Il progetto pone al centro l'obiettivo di creare spazi aggregativi, di fruizione, dall'uso quotidiano della principale piazza del comune o del parco pubblico o dei giardini, sino all'utilizzo di questi spazi, flessibili e duttili, per manifestazioni, spettacoli ed eventi o attività quali mercati temporanei o stagionali. La socialità di questi luoghi riporta al centro il cittadino, inteso, in modo inclusivo, come parte di una comunità e di un territorio, caratterizzato dalla presenza di luoghi di interesse storico-culturale e architettonico unici, da poter così valorizzare e vivere.

 

PIAZZA GIACOMO MATTEOTTI 

La Rotonda

La proposta progettuale nasce dalla volontà di riportare al centro del tessuto urbano del paese la piazza G. Matteotti come luogo di aggregazione, riprendendo il legame storico del luogo, che trova radici nell’antica corte del perduto castello Manfrone/Pepoli. La piazza si pone in un luogo unico, in un rapporto intrinseco con la basilica palladiana di Villa Badoer e la Villa Grimani Molin Avezzu’. Il progetto consiste in una piazza circolare, con un’importante seduta e una zona a palco, entrambe estruse. In questo cerchio si innesta una passerella a filo, la quale funge da attraversamento pedonale, in diretto collegamento con il percorso pedonale esistente, che conduce al ponte. La passerella raggiunge lo Scortico e crea un luogo di vista e di eventuale attracco fluviale, per ricucire il rapporto con il canale. E’ presente un passaggio in porfido a definire la zona parcheggio e a creare una connessione con i marciapiedi esistenti.

GIARDINI CA' PEPOLI 

Il Parco pubblico

La proposta mira alla riqualificazione dello spazio verde per ricreare un parco urbano, con un nuovo bilanciamento tra l’area pavimentata e l’area verde, con il mantenimento delle alberature alte esistenti. Prendendo a riferimento la geometria del lotto, di forma quadrata, si è progettato una zona verde, un vuoto, centrale, affiancata da altre due di minori dimensioni, generando così quattro spazi a sviluppo longitudinale. I lati est e ovest saranno marcati da due corridoi verdi, in modo da preservare maggiormente le alberature esistenti, integrandole con dei nuovi filari regolari. Sull’area pavimentata sono previste delle sedute monolitiche e delle strutture metalliche modulari per la possibile presenza di un mercato coperto. Sul lato sud sono previsti i parcheggi e l’ingresso carraio, mentre a nord è previsto il passaggio pedonale di ingresso al parco.

GIARDINI SAN LUIGI GUANELLA 

Il Giardino celato

Il progetto del giardino si pone l’obiettivo di creare uno spazio sociale, di convivialità, grazie alla ridefinizione del luogo a forma triangolare, nel quale si è ricavato un percorso ciclo-pedonale centrale, un proseguo della navata, il quale ci conduce dalla chiesa parrocchiale sino alla punta sommitale dove si trova collocata la statua di San Guanella. La presenza di una seduta continua con un sistema di contenimento del verde estruso e rialzato ripara il giardino dalla strada carrabile, creando quello stato di intimità proprio degli spazi verdi, racchiuso da essa e il muro preesistente in mattoni. La creazione di questa sorta di cretto evidenzia l’importanza del percorso centrale, ritrovato luogo di socialità e naturale prosecuzione della navata della chiesa.